C.F. 93491330721  -  C.U.U.: UFNOGZ  -  PEC: batf230001@pec.istruzione.it 

News

 

 

Il giorno lunedì 25 marzo avrà  inizio il modulo, nell'ambito dell'avviso 1953  del 21/02/2017

 FSE - Competenze di base 10.2.2A  Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base 

 

Il modulo intende fornire agli alunni degli indirizzi di elettronica ed elettrotecnicale indicazioni teoriche e pratiche per poter operare in completa autonomia nella progettazione e realizzazione di impianti domotici, al fine di contribuire al miglioramento della sicurezza, del comfort e della fruibilità dello spazio dove si lavora o si vive. In particolare l’attenzione sarà focalizzata sul corretto ed ottimale sfruttamento degli impianti elettrici attraverso l’integrazione e la corretta gestione di tecnologie innovative, fornendo tutte le competenze per poter operare nell’ambito dell’efficientamento e del risparmio, come richiesto dalle direttive Europee. Il modulo mira altresì a far acquisire le indispensabili abilità per la valutazione economica dei costi di un impianto domotico.

Obiettivi specifici del corso sono: 

  • l’acquisizione del significato di “casa intelligente realizzata attraverso un processo d’integrazione tra i diversi impianti e le diverse tecnologie adottate e tra gli stessi impianti e l’edificio;
  • l’acquisizione degli elementi di base della domotica, quali le conoscenze principali su: la centrale di controllo, le tipologie di sensori e di attuatori, i sistemi di comunicazione, le interfacce utente, i livelli d’integrazione
  • la capacità di descrivere l’architettura di un sistema integrato e le sue diverse applicazioni e la competenza di sviluppare sotto tutti i punti di vista le fasi della progettazione e realizzazione.

 

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Nell’ambito dei “Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento” , ex Alternanza Scuola Lavoro, dell’a.s. 2018/2019, secondo quanto pianificato nel C. d. C., a partire dalla prossima settimana le classi IV ITCA/A – IV ITCA/B, parteciperanno alle attività in oggetto per complessive 50 ore articolate in 7 incontri.

 

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Il giorno martedì 12 marzo, ha avuto inizio il modulo  nell'ambito del progetto 10.1.1A-FSEPON-PU-2017-312 A scuola con successo

 

Gli scacchi rappresentano un’attività che va ben oltre il semplice aspetto ludico e che il loro insegnamento e la loro pratica, attraverso metodologie corrette e docenti qualificati, consente di affiancarsi alla istituzione scolastica nel processo formativo degli allievi. L’apprendimento del gioco degli scacchi rappresenta, infatti, “un mezzo per facilitare la maturazione dello studente e per accelerare la crescita delle facoltà logiche, divertendolo nello stesso tempo”. Chi pratica questa disciplina acquisisce una più profonda capacità di concentrazione e potenzia senza sforzo le capacità elaborative del cervello, con benefici in altri settori quali lavoro e scuola.

E' prevista una manifestazione con la collaborazione del laboratorio scacchistico barese.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Nel mese di febbraio, ha avuto inizio il modulo  nell'ambito del progetto 1953  del 21/02/2017 - FSE -Competenze di base

10.2.2  Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base

 

 

Il modulo, basato sulla didattica laboratoriale, affronterà tematiche di carattere matematico, valorizzando le capacità e le abilità di ognuno, in modo da promuovere il successo scolastico, le pari opportunità e l’inclusione sociale.

Sostenendo e potenziando i saperi e i linguaggi disciplinari ‘messi in campo’, ci si attende l'innalzamento delle competenze chiave in matematica e della qualità degli apprendimenti in uscita.

L’obiettivo è migliorare la qualità del percorso formativo incrementando le competenze  matematiche, con particolare riferimento all’identificazione di procedure per sviluppare la risoluzione di problemi. 

Verranno proposte attività sui contenuti, che fanno riferimento alle quattro aree tematiche definite nelle nuove Indicazioni Nazionali (aritmetica e algebra, geometria, relazioni e funzioni, dati e previsioni). 

Si proporranno esercitazioni e simulazioni sui test delle indagini internazionali INVALSI.

E’ un’azione di rafforzamento delle competenze di base, finalizzata al miglioramento degli esiti delle prove Invalsi e,  in generale, dei risultati scolastici.

Le metodologie didattiche, nell’ottica del rinnovamento mireranno  a rafforzare l’apprendimento per scoperta intesa come : identificazione, reciprocità, analisi, formulazione, elaborazione e ricerca delle soluzioni.

Tecniche attive di conduzione della classe - lezione frontale partecipata (propedeutica, espositiva e rielaborativa), discussione guidata (brainstorming), problem solving di gruppo.

Le tecnologie permetteranno di realizzare : lezioni interattive con metodo BYOD, flipped classroom (l’insegnamento capovolto: il tempo in classe verrà utilizzato per attività collaborative e verrà potenziato l’apprendimento dell’allievo a casa che avverrà e attraverso l’utilizzo di risorse e.learning).

 

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Anche quest’anno è stata attivata l’iniziativa “M’illumino di Meno” giunta alla 15a edizione e ideata nel 2005 e promossa da Caterpillar e Radio2 e che ogni anno chiede ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. Un'iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti.

Quest’anno la giornata dedicata a tale iniziativa è venerdì 1 marzo ed è dedicata all'economia circolare, quel tipo di economia che dà alle cose una seconda, terza o infinite possibilità. L'imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare "il fine vita" delle cose. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie di plastica che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta di nuovi giornali. Dall'inizio di M'illumino di Meno, in 15 anni, il mondo è cambiato. Un’iniziativa simbolica e concreta – spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità: si spengono le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona, i palazzi simbolo dell’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle piazze si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso, si cena a lume di candela.

M’illumino di Meno è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. Anche la nostra scuola vuole contribuire al cambiamento degli stili di vita, aderendo alla giornata con una duplice iniziativa: promuovendo il risparmio energetico per tutta la giornata spegnendo le luci delle aule e degli apparecchi elettronici non in uso, mentre dalle 18 alle 20 Radio Panetti si collegherà in diretta con Rai Radio2 raccontando esperienze di comportamenti ecosostenibili. Durante la giornata scolastica, le classi potranno affrontare tematiche inerenti l’iniziativa sotto la guida dei docenti.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Siti Tematici

http://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/

Utenti online

We have 18 guests and no members online