C.F. 93491330721  -  C.U.U.: UFNOGZ  -  PEC: batf230001@pec.istruzione.it 

Genitori

Search

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

PRESENTAZIONE DEL LAVORO SVOLTO

Il lavoro realizzato dagli studenti della classe 1A del Panetti è stato prodotto nell’ambito dell’insegnamento dell’Ed. Civica che ha coinvolto, in maniera trasversale, diverse discipline tra cui Geografia, Lingua Italiana e Storia, Scienze, Diritto, Religione cattolica e Teoria e tecniche delle rappresentazioni grafiche. A seguito dell’approfondimento relativo ai temi riguardanti lo Sviluppo Sostenibile, e in particolar modo l’Agenda 2030, i suoi 17 obiettivi e relativi target, nell’ambito di ogni singola disciplina si è scelto di percorrere una strada comune che conducesse gli studenti a formulare alcune importanti riflessioni. Riflessioni che riguardano lo stato di forte emergenza in cui viviamo, la condizione in cui versa il pianeta che ci ospita, i principali errori che l’uomo, che tutti noi commettiamo nella quotidianità, il destino che ci attende se non ci si ferma e non si modifica rotta di viaggio. Un viaggio collettivo, condiviso, che ci sta spingendo sempre più verso il baratro, fatto di plastica, petrolio, caldo eccessivo, ingiustizie, ignoranza, violenza, differenza, distruzione. Gli obiettivi dell’Agenda 2030, sono serviti anche per sviluppare il senso civico dei ragazzi, stimolarli nell’individuazione di buone pratiche e nella promozione di azione concrete volte alla salvaguardia del nostro ambiente. Gli studenti sono stati sollecitati ad interrogarsi, a ricercare risposte, notizie, documenti sulla storia del problema, a confrontarsi, a discutere fino a trovare delle possibili soluzioni, avendo come riferimento l’Agenda 2030. Soluzioni finalizzate all’adozione di comportamenti virtuosi, alla riduzione degli sprechi, al raggiungimento degli obiettivi nella quotidianità. Gli studenti sono i veri “ambasciatori dell’Agenda 2030”: il loro compito è di portare gli obiettivi nella propria realtà, nella propria città, a scuola, nel proprio quartiere, nella propria famiglia, tra i propri amici. Osservare, riflettere, conoscere, risolvere, fare, diffondere. E riprendere a viaggiare insieme. Viaggiare sostenibile, viaggiare green, viaggiare equo. Buon viaggio dalla 1A del Panetti. 

INCLUSIONE

Il lavoro svolto ha, inoltre, avuto una valenza inclusiva oltre che essere finalizzato ad obiettivi di integrazione e socializzazione tra i soggetti coinvolti, in un periodo in cui, la questione pandemica ha compromesso fortemente la dimensione della socialità, aspetto che in una classe prima è determinante come base di un percorso formativo sereno. Il lavoro ha previsto la realizzazione di un prodotto finale in cui, ogni studente lavorando in gruppo, ha realizzato un video relativo alle best pratcises per risolvere e arginare il problema degli sprechi e, quindi, incentivare alla sostenibilità, oltre che al vivere in un’ottica green vision. Il lavoro ha costituito un compito di realtà, strumento utile per il consolidamento delle competenze necessarie alla cittadinanza consapevole degli studenti e per un più efficace coinvolgimento degli stessi nella vita scolastica. Aspetto essenziale, nella presentazione del prodotto, è quello di curare la comunicazione. Questo ha comportato un dialogo e un confronto continuo tra gli alunni inseriti nei diversi gruppi, per assicurare una performance efficace dal punto di vista non solo contenutistico ma anche comunicazionale. Importante lavoro di peer to peer e cooperative learning è stato svolto in particolare da un gruppo in cui è inserito un alunno straniero, con difficoltà comunicative. Questo ha dato la possibilità allo stesso di mettersi in discussione e ai compagni ad aiutarlo nell’ottica della promozione della democrazia e partecipazione, oltre e soprattutto dell’inclusione e integrazione.

L'elaborato è disponibile al seguente URL:

https://youtu.be/r9IHpd4r4wk

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il presente lavoro è stato svolto dagli alunni del nostro istituto del terzo quarto e quinto anno, degli indirizzi: informatico, elettronico e chimico, nell’ambito del pon Pensiero computazionale e cittadinanza digitale, modulo: La Bioinformatica e le Banche dati.

Il modulo, finalizzato a fornire agli studenti le conoscenze di base relative ai metodi e alle tecnologie utilizzate nel campo della Bioinformatica, con particolare riferimento alle applicazioni in ambito biomedico, ha anche rafforzato l’eventuale vocazione allo studio delle scienze e l’ orientamento alla professione o alla prosecuzione degli studi.

Lo sviluppo di tale lavoro mette in evidenza come le finalità del progetto sono state raggiunte, infatti i discenti sono stati in grado di operare per progetti attraverso la pratica metodologica del problem solving e della ricerca applicata, dimostrando di avere una buona conoscenza di base nei diversi settori della bioinformatica. Attraverso l’utilizzo di alcuni strumenti bioinformatici., sono stati in grado di progettare, costruire ed utilizzare banche dati di interesse biologico.

Sono stati utilizzati appositi sistemi software detti "sistemi per la gestione di basi di dati" ("Database Management System" o "DBMS"), acquisendo esperienza nella “Gestione delle informazioni”.

Da veri progettisti, gli alunni hanno strutturato e collegato le informazioni secondo un particolare modello logico di tipo relazionale, gerarchico, reticolare, attraverso cui gli ipotetici utenti possono interfacciarsi con la banca dati attraverso i cosiddetti linguaggi di interrogazione (query di ricerca o interrogazione, inserimento, cancellazione, aggiornamento ecc.) utilizzando particolari applicazioni software dedicate.

Il lavoro è visibile a questo URL, dal quale sarà possibile accedere alla sezione "Biobanking on demand". 

È inoltre disponibile su Youtube il promo realizzato dai ragazzi.


Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Si comunica che la nostra scuola ha aderito al progetto Run For The Oceans 2021, creato in collaborazione con adidas in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani prevista l’8 giugno.

Con questa iniziativa adidas condivide con le scuole il forte impegno per la riduzione dei rifiuti plastici che minacciano l’habitat marino. La corsa diventa il catalizzatore del cambiamento e per ogni km accumulato da tutti i partecipanti, verrà recuperato dai nostri oceani e trasformato in nuovi indumenti sportivi un quantitativo di plastica corrispondente a 10 bottiglie, oppure 250 cannucce, o 28 forchette, o 20 sacchetti, o 20 bicchieri, fino a un massimo di circa 225.000 kg.

L’invito alla partecipazione a Run For The Oceans si inserisce all’interno di un percorso educativo che affianca i docenti delle scuole secondarie di secondo grado nel portare in classe uno dei “pilastri” della Legge 92/2019 per l’insegnamento obbligatorio dell’Educazione civica: lo sviluppo sostenibile e l’educazione ambientale. Si approfondiscono i temi cruciali dell’Agenda 2030 dell’ONU, a cominciare dal Global Goal numero 14 “Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile”.

Lo sport diventa vettore di benessere e sostenibilità e coinvolge in prima persona gli studenti. I gruppi più numerosi e attivi potranno aggiudicarsi i premi in palio e far convertire i km accumulati in plastica riciclata e trasformata in nuovi indumenti”.

Per partecipare occorre cliccare sul link seguente, scaricare l’app e .... CORRERE!

https://www.runtastic.com/groups/ittpanetti-pitagora-bari-pulito

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

I docenti Di Lillo e Scialpi hanno supervisionato i lavori di gruppo per educazione civica effettuati dalla III e IV ITCM. I ragazzi hanno svolto un percorso sulla sostenibilità ambientale dei materiali, e il frutto della loro ricerca è oggi messo a disposizione di chiunque voglia affacciarsi al mondo dei materiali sostenibili e dell'economia circolare. 


Di seguito i lavori dei ragazzi.

 

Lorenzo Lorusso, Christian Corsini e Giuseppe Saponaro - Gli animali e l'inquinamento

Francesco Paparella, Alessio Petruzzelli, Alessandro Cotrone (3° ITCM) - La bioplastica

Popolizio, Spilotros, Ranieri - I materiali intelligenti

D'Aprile, Gelao, Giurlando - Pinatex

Letizia Donatelli, Domenico Lovreglio, Davide Delle Foglie - Materiali innovativi

Christian Vernone, Giovanni De Tullio, Nicola Guarini - Come rivoluzionare il mondo

Profeta, Lopez, Romita - Idee innovative per l'edilizia

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il giorno 5 febbraio 2021, presso l’Istituto Panetti-Pitagora, nel museo tecnologico, per il terzo anno consecutivo, l’onorevole Gero Grassi deputato XV-XVI-XVII Legislatura ha incontrato, gli studenti, nell’ambito del progetto “Aldo Moro vive”. 

Un’occasione non solo di scoperta e approfondimento storico e culturale ma anche di formazione per noi studenti, poiché l’onorevole, ci ha accompagnato attraverso la storia dal secondo dopoguerra in poi, offrendoci una panoramica sulle condizioni sociali ed economiche dell’Italia di quel tempo, resa coinvolgente dal racconto di episodi e avvenimenti. 

Aldo Moro Vive

Diversi gli argomenti trattati, poiché, attraverso lo studio di Aldo Moro professore, politico, giurista e figura umana di primo livello, abbiamo avuto modo di parlare della situazione nazionale e internazionale, con tematiche quali lo stragismo, gli anni di piombo, la Costituente e per noi ragazzi è stata una grande opportunità di affrontare argomenti che non sempre rientrano nel programma di studi. 

Tutti noi studenti abbiamo apprezzato la disponibilità dell’onorevole Gero Grassi che ci ha fatto comprendere anche la grandezza del lavoro di ricerca e di studio che c’è dietro la conoscenza che oggi è a nostra disposizione e si è detto sempre pronto per approfondimenti ulteriori con noi ragazzi e questo lo abbiamo particolarmente apprezzato.

Una mattinata decisamente coinvolgente per noi ragazzi che ha suscitato in noi il desiderio di approfondire le tematiche trattate. 

Ci è sembrata una grande opportunità, un percorso di riflessione che non dimenticheremo e che ci renderà cittadini più consapevoli e responsabili, un insegnamento vero, quindi, di educazione civica.

Luigi Calabrese 5°ITIA-A

 

Print Friendly, PDF & Email

Siti Tematici

http://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/

Utenti online

We have 14 guests and no members online