C.F. 93491330721  -  C.U.U.: UFNOGZ  -  PEC: batf230001@pec.istruzione.it 

Genitori

Search

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il 24 novembre alle ore 11:00, l’associazione culturale TaLands, in collaborazione con la libreria campus di Bari, ha presentato l’uscita del libro “Ma che cosa vi dite?”, a cura di Blaise Essoua, I vol. della collana di “Incontri di parole” Edizioni Così & Cosí.

 Ma che cosa vi dite?

Sono intervenuti l’assessore Paola romano, il direttore della fondazione "Migrantes” Don Gianni de Robertis, la preside dell’ITT Panetti-Pitagora di Bari, prof. ing. Eleonora Matteo, la preside del liceo Cartesio di Triggiano, prof. ssa Maria Morisco. Si è parlato dell’importanza di confrontarci sempre con i ragazzi e di quanto é emerso durante gli incontri in aula e dalla lettura dei loro testi. 

 

Spesso si parla degli studenti senza gli studenti, con questo progetto è stato dato spazio ai loro pensieri sui temi più cari ai ragazzi quali l’alterità, l’identità, il mondo delle emozioni, il desiderio di bellezza. Gli studenti della classe IID dell’Istituto Panetti Pitagora e gli studenti della classe IIIH del liceo Cartesio di Triggiano hanno dedicato il loro tempo sia in aula durante gli incontri sia per la scrittura e la manifestazione del loro punto di vista su gli argomenti discussi. Da cornice ai testi scritti dei ragazzi il parere degli esperti che hanno  partecipato durante le attività in aula: 

il prof Augusto Ponzio, professore emerito di filosofia e di semiotica, Blaise Essoua  presidente dell’associazione culturale TaLands, Dario bellino co-autore ed editore, prof. ssa Maria Genovese referente dell’Istituto Panetti-Pitagora di Bari, proff. Anna Gallego e Angela Baldi, referenti del liceo Cartesio, la prof.ssa Susan Petrilli, Khalif Auditore, Alessandro Cobianchi, il coautore Franco Taldone, Andrea Cramarossa, Federico Gobbi, Andrea Catone, Maria Cataldo, Luciano Ponzio.

 

Per l’istituto Panetti-Pitagora sono intervenuti gli studenti co-autori del libro Simone de Leonardis e Antonella Pisconti. L’evento è stato trasmesso in diretta con le risorse tecniche di radio Panetti grazie alla collaborazione dei proff. Antonio Curci e Maria Raspatelli e degli studenti Jonathan Caputo di 3ITIAC e di Andrea Ottomanelli di 4 ITIAA. 

 

L’evento è stato trasmesso in diretta Youtube, e la diretta è disponibile all’URL https://youtu.be/iDu9sueVQ-k.


Si allega anche il Press Kit del libro: https://www.flipsnack.com/F69657FF8D6/presskit-del-libro-ma-che-cosa-vi-dite.html

 

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Si informano gli studenti e i rispettivi genitori che la domanda di iscrizione alla classe successiva dovrà essere presentata dal 22 gennaio al 6 febbraio 2018.

Le relative circolari e i moduli di iscrizione sono presenti sulla bacheca del Registro elettronico e sul sito della scuola nella categoria circolari al seguente link http://www.panettipitagora.gov.it/qs/index.php/circolari.

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

 

Il giorno 19 dicembre 2017 si è tenuta, presso la sede "Pitagora" dell'I.I.S.S. "Panetti Pitagora", l’iniziativa “FAR BENE I PERCORSI DI ALTERNANZA.WORKSHOP ALTERNANZA DAY” promossa dalla Rete Scuole GET - la Consulta Regionale degli Studenti - l' USR Puglia - la rete STARTNET.
 
L'obiettivo dell'iniziativa è stato quello di avviare la costruzione di modelli (non esperienze) di percorsi di Alternanza che tenessero conto dei bisogni dei diversi attori, partendo dal punto di vista degli studenti, finalizzata alla riprogettazione del curricolo di scuola, alla definizione di pratiche metodologiche efficaci, nonché alla costruzione di modalità cooperative strutturali tra sistema formativo e sistema produttivo. 
 
Hanno partecipato circa venti scuole pugliesi di diverso indirizzo e collocazione territoriale, dal Salento al Gargano, ognuna delle quali ha partecipato con il Dirigente scolastico, tre/quattro studenti e due/tre docenti impegnati nei percorsi di Alternanza. Le attività si sono svolte nella modalità dei gruppi di lavoro a composizione mista e sono state condotte da un moderatore, con un portavoce, possibilmente uno studente, che ha riportato in plenaria l'esisto dei lavori di gruppo.
 
L'incontro si è avviato con una plenaria aperta dall'intervento della prof.ssa ing. Eleonora Matteo, Dirigente scolastica dell'IISS "Panetti Pitagora", che ha spiegato le motivazioni che hanno condotto i Dirigenti scolastici della rete GET a realizzare l'iniziativa, al fine di promuovere la partecipazione studentesca alle iniziative della rete sull'Alternanza scuola-lavoro.
A seguire la prof.ssa Rosa Scarcia, Dirigente scolastica dell'IISS "Marco Polo", capofila della Rete "Get (Green Educational Training)", ha fatto il punto sulle attività sia della rete GET, ma anche della rete "Startnet", ancor più finalizzata alla transizione Scuola - Mondo del Lavoro.
La dott.ssa Ulrike Tietze, Responsabile del Network "Startnet", ha spiegato il motivo dell'attenzione del Goethe Institute allo sviluppo di attività di collaborazione tra Italia, Puglia in particolare, e Germania nell'ottica della internazionalizzazione e dello scambio delle esperienze, pur nella diversità delle realtà economiche dei due Stati. 
Il prof. Antonio Guida, Responsabile del Nuceo Operativo Network "Startnet", che ha sottolineato la necessità di mettere a punto modelli di Alternanza condivisi ed efficaci per promuovere un reale cambiamento di paradigma della Scuola Italiana.
In tal senso, molto apprezzati sono stati gli interventi di Francesco Circelli,  Presidente della Consulta degli Studenti e Valerio Fresa, Vicepresidente della Consulta regionale degli studenti, che hanno segnalato luci ed ombre di alcune esperienze di ASL realizzate nelle scuole, che hanno portato gli studenti a rivendicare un ruolo di protagonisti nella progettazione dei percorsi ASL all'interno delle scuole.
A concludere i lavori è stata la dott.ssa Anna Cammalleri, Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, che ha offerto preziosi spunti di riflessione sullo stato delle esperienze di alternanza scuola-lavoro nella Regione, proponendo anche un excursus storico su quello che la Puglia ha realizzato nel corso degli anni e fornendo indicazioni di metodo sulle prospettive future.
 
Tutti i partecipanti, secondo le opzioni fornite all'atto dell'iscrizione, sono stati distribuiti in cinque tavoli di lavoro sulle tematiche più dibattute all'interno delle scuole:
- Coprogettazione di percorsi di Alternanza 
- Indicatori di qualità dell'Alternanza (buone pratiche e punti di criticità) 
- Statuto dei diritti degli studenti in Alternanza 
- Dimensione orientativa dell'alternanza, e-portfolio e bilancio delle competenze. 
- Valutazione e monitoraggio dei percorsi di Alternanza.
 
Nella fase riservata alla socializzazione e confronto sui report si è realizzato un collegamento in videoconferenza con la dott.ssa Elena Gaudio della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione - Ufficio IV MIUR che, dopo aver ascoltato gli studenti, ha sottolineato la vivacità della scuola pugliese nella promozione di attività  che quasi anticipano quelle del MIUR sui temi più rilevanti del dibattito delle scuole. Infatti solo il giorno 16 dicembre si sono realizzati al MIUR gli "Stati generali dell'Alternanza Scuola lavoro", un momento di incontro del Ministro Valeria Fedeli con le componenti scolastiche.
 
L'incontro ha rappresentato un primo momento importante di confronto che sarà ripetuto periodicamente per continuare il percorso di coprogettazione avviato, nell'ottica del miglioramento e dello sviluppo della capacity building che la rete STARTNET vuole esprimere al centro della propria Mission.
 
Maria Raspatelli
Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 1 / 5

Star ActiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il giornalista Daniele Biella sarà ospite dell'Istituto Panetti Pitagora (sede Panetti) nell'ambito della rassegna "Liberi Libri - incontri con l'autore". Verrà presentato il suo primo libro dal titolo "Nawal - L'angelo dei profughi". Modera l'incontro il prof. Antonio Curci.

Daniele Biella è un giornalista che scrive di tematiche sociali per il quotidiano Vita.it e altre testate online e cartacee. In particolare si occupa di migrazioni, tenendo ben in mente che dietro ogni numero legato agli sbarchi c’è un volto, una persona, una storia. Scrive anche di cooperazione internazionale, seguendo il più possibile da vicino gli scenari mondiali, in cima alla lista Medio Oriente a America Latina. Si occupa inoltre di educativa scolastica e di gestione nonviolenta di conflitti, a cui da poco ha aggiunto l’interesse per la mediazione civile.

“Nawal, l’angelo dei profughi” è il suo primo libro: Biella parla di Nawal, l'angelo dei siriani in fuga dalla guerra. Ha 27 anni, di origini marocchine, è arrivata a Catania da piccola: da lì aiuta in modo volontario migliaia di migranti a sopravvivere al viaggio della disperazione nel Mediterraneo e a non cedere al racket degli "scafisti di terra".Vive praticamente con il cellulare sempre all'orecchio.

Anche per le autorità e per gli operatori di Mare nostrum è un punto di riferimento. Con il suo impegno ha cambiato anche l'atteggiamento della città in cui vive: tutti l'aiutano ad aiutare. Chi viaggia con i barconi della morte nel Mediterraneo sa di poter contare su un angelo, il suo nome è Nawal che nei fatti rappresenta anche per i funzionari dell'Operazione Mare nostrum e le Capitanerie di Porto di tutto il Sud Italia un sicuro punto di riferimento che facilita il loro compito, ovvero il salvare più vite possibili.

Print Friendly, PDF & Email

User Rating: 1 / 5

Star ActiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Capovolgere la lezione e aprire le classi per studiare la matematica in modo divertente. Accade al Panetti-Pitagora.

 

Il progetto nasce dall’idea dei professori di matematica, Paola Caradonna, Antonio Piarulli e Maristella Ronco. Fare scuola aprendo le classi e favorendo la collaborazione degli studenti di classi parallele.

Gruppi di alunni delle classi 1A, 1B, 2B, 2D, 2F, per una settimana, si sono riuniti nei laboratori d’informatica della sede Panetti per progettare lezioni multimediali incentrate su due argomenti di matematica del biennio: il piano cartesiano (programma di I anno) e la probabilità (programma di secondo anno).

I docenti dopo aver introdotto l’argomento attraverso una breve spiegazione-discussione, hanno invitato gli studenti ad esplorare la piattaforma online Blend Space. I ragazzi hanno così potuto creare autonomamente il proprio percorso didattico, ideando lezioni multimediali con titoli e sottotitoli, assemblando testi, video, immagini, Power Point e file caricati dal proprio PC o da un Cloud.

Grazie a questo progetto i ragazzi hanno potuto sperimentare la responsabilità dell’intero processo d’insegnamento, controllando direttamente l'accesso ai contenuti e gestendo i tempi necessari per l'apprendimento e la valutazione. Il ruolo del docente è diventato quindi di supporto alla comprensione degli argomenti da parte degli allievi, impiegando il proprio tempo in un processo di passaggio dall'ampliamento delle conoscenze all'acquisizione di capacità e competenze.

Interessante è stato il lavoro dei docenti d’Inglese Mariella Abruzzese e Francesca Palumbo, che coordinandosi con i docenti di matematica hanno contribuito a far acquisire ai ragazzi quelle competenze-chiave, come  la “comunicazione nella madrelingua” , “la competenza digitale” ed “imparare ad imparare”, fondamentali nello sviluppo della personalità del singolo alunno.

L’obiettivo è stato quello di aiutare i ragazzi ad imparare a lavorare in team e ad acquisire il sapere, in modo autonomo, consapevole e responsabile.

L’attività ha favorito la costruzione di relazioni sociali importanti tra alunni e docenti di classi diverse, dando a ogni studente la percezione di un maggiore senso di comunità.

Importantissima è stata la fase di valutazione, in cui i professori coinvolti hanno verificato l'impegno durante le attività in classe, il rispetto dei tempi e la qualità del lavoro svolto in base al ruolo assegnato.

La valutazione del lavoro in team ha infine favorito la collaborazione e la solidarietà fra i ragazzi, evitando quella sterile e infruttuosa competizione tipica di alcuni fallimentari metodi didattici.

Grazie a questo progetto i ragazzi hanno scoperto che la matematica, tradizionale bestia nera degli studenti, può anche essere divertente e, soprattutto, mezzo per costruire sane amicizie.

ant.cur

Print Friendly, PDF & Email

Siti Tematici

http://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/

Utenti online

We have 35 guests and no members online