C.F. 93491330721  -  C.U.U.: UFNOGZ  -  PEC: batf230001@pec.istruzione.it 

Genitori

Search

Panetti-Pitagora: il Nuovo Polo Tecnologico di Bari

User Rating: 1 / 5

Star ActiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Il giorno 22 gennaio alle ore 9.00, presso l'Aula Magna della sede legale in via Re David n.186, sarà presentato alla Città di Bari il NUOVO POLO TECNOLOGICO “Panetti-Pitagora”, unico nel suo genere grazie alle tante specializzazioni offerte nel campo delle Tecnologie e delle Costruzioni.

 

Radio Panetti curerà la diretta radiofonica della conferenza stampa.

Si terrà a seguire una "flipped conference", una conferenza "capovolta" e “diffusa” nelle due sedi per tre giorni (22, 23 e 24 gennaio) nella quale saranno gli studenti ed ex studenti a illustrare i loro percorsi di studio e a mostrare le competenze maturate. I docenti potranno fare brevi lezioni per far comprendere come la matematica, la fisica, le materie di indirizzo non siano poi così difficili e come le altre discipline (umanistiche e non) vengano affrontate con metodologie innovative.

Gli illustri ospiti invitati (USR Puglia, Ufficio III, Regione Puglia, Area metropolitana di Bari, Politecnico, Università degli studi di Bari, ITS “Cuccovillo”, Confindustria, ecc.) potranno ascoltare i nostri ragazzi e i docenti, fare brevi interventi o semplicemente visitare le due sedi scolastiche per apprezzare, nei laboratori o nelle aule, le attività progettuali realizzate in questo primo quadrimestre (UDA o progetti o esperienze laboratoriali o prodotti multimediali realizzati dai ragazzi).

Gli studenti delle scuole secondarie di primo grado che interverranno potranno condurre una programma radiofonico e televisivo grazie a Radio Panetti e Ciao Mondo.

Con gli studenti e i docenti dell’Istituto i ragazzi potranno costruire un robot o realizzare una saponetta agli aromi personalizzati. Potranno divertirsi a costruire il plastico della propria cameretta e scoprire come una lezione di fisica può essere affascinante o come la matematica può non essere la “bestia nera” dei ragazzi.

I ragazzi del Panetti-Pitagora saranno disponibili a mostrare cosa vuol dire avere una casa domotica o una serra automatizzata.

Grazie alle specializzazioni di Chimica Materiali e Biotecnologie, Costruzioni Ambiente e Territorio, Elettronica, Elettrotecnica, Informatica e Telecomunicazioni, il futuro delle Tecnologie al "Panetti Pitagora" è già il presente: studio dei nuovi materiali, e dei materiali da costruzione, progettazione edile e di riqualificazione urbana ed edilizia sostenibile, edilizia ricettiva, progettazione di sistemi informatici, programmazione su Internet, creazione di App, progettazione di Reti e circuiti elettronici, sistemi elettronici e impiantistica domestica e industriale, domotica, elaborazioni audio-video e sistemi di controllo remoto. Interessanti sono poi i progetti comuni alle varie specializzazioni che integrano conoscenze e competenze apparentemente settoriali in soluzioni tecnologie innovative di tipo smart e green nel rispetto dello sviluppo sostenibile.

Particolare rilievo avrà la presentazione dei progetti OpenCoesione, sul recupero dei beni culturali, ed Erasmus+ “ESC (Educazione al Consumo Sostenibile): una sfida globale” che vedrà tutti gli alunni ed i docenti dei sei paesi partner stranieri (Portogallo, Spagna, Ungheria, Francia, Romania, Turkia) ospiti a Bari a fine maggio 2016. 

Il “Panetti Pitagora” è sede di due importanti musei cittadini: il Museo Tecnologico Panetti, in cui i genitori che accompagneranno i loro figli in visita riconosceranno i vecchi apparecchi che hanno usato da giovani e sui quali magari hanno anche studiato e  il Museo De Romita, ricco di rari reperti di fauna locale in via d’estinzione. 

Il “Panetti Pitagora” è una scuola ricca di attività, in cui lo sforzo principale è quello di fornire una solida preparazione agli studenti per affrontare sia il Mondo del lavoro che l'Università.

È anche sede di un corso serale per adulti nell'articolazione Elettrotecnica.

Il "Panetti Pitagora" non è una scuola per soli studenti maschi, ma al contrario, fornisce opportunità di formazione e di occupazione professionale anche alle giovani studentesse per le quali, mai come in questo momento storico, sono auspicabili politiche di reali Pari Opportunità per superare il divario digitale di genere.

Si sottolinea che gli OPEN DAY saranno un momento qualificante per presentare la nostra offerta formativa al territorio e per mostrare che una scuola è accogliente quando docenti e studenti "si incontrano" anche fuori dallo schema tradizionale docente-discente ed i momenti degli OPEN DAY sono occasioni importanti per realizzare relazioni educative significative.

Print Friendly, PDF & Email

Siti Tematici

http://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/

Utenti online

We have 9 guests and no members online